APPLE: titoli superano la soglia dei 290 dollari

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Gli investitori si chiedono dove potrà arrivare il titolo date le attuali quotazioni 

Gli investitori si chiedono dove potrà arrivare il titolo date le attuali quotazioni”

Il 2019 per Apple è stato sicuramente un anno prospero: le azioni hanno guadagnato infatti l’86% da gennaio arrivando a superare la soglia dei 290 dollari. Inoltre, in fatto di vendite, l’iPhone XR è stato lo smartphone più venduto del 2019.

La strategia messa in atto da Apple è stata puntare su un modello di iPhone più economico, che ha sbaragliato la concorrenza per quattro trimestri di seguito. Gli investitori si stanno domandando cosa aspettarsi dal 2020 e per molti analisti il valore dei titoli potrebbe salire ancora di 50-100 dollari nei prossimi mesi.Sono quattro gli eventi che potrebbero condizionare l’andamento della società nel 2020: il primo riguarda la presentazione dei nuovi iPhone con connettività 5G, il secondo la presentazione di novità sul 3D e la realtà aumentata con il nuovo iPad Pro, il terzo il raggiungimento del record degli abbonamenti e dei ricavi per i servizi online (superando la soglia dei 50 miliardi di fatturato) ed il quarto un conflitto interno con gli azionisti.

Quest’ultimo evento merita particolare attenzione; infatti a differenza dei primi 3, che sembrerebbero essere in linea con un andamento rialzista dei titoli, il quarto potrebbe eliminare i benefici dei 3 precedenti. Questo perché durante la prossima assemblea annuale degli azionisti, Apple sarà chiamata a pronunciarsi su come intenderà rispondere alle richieste dei governi o di altri gruppi volti a limitare la libertà di espressione o l’accesso alle informazioni. Molti si chiederanno il perché di tale problematica; per capire occorre tornare indietro di qualche mese, per precisione a luglio scorso, mese in cui la società ha annunciato di aver rimosso dall’App Store oltre 600 applicazioni seguendo le richieste di governi stranieri. Come se non bastasse, a questo si aggiunge la decisione di Apple, su richiesta del governo cinese, di eliminare dal suo Store l’applicazione di mapping HKMapLive che permetteva in tempo reale di monitorare gli spostamenti della polizia.

Queste decisioni hanno portato gli attivisti, che fanno capo all’associazione di SumOfUs, a presentare alla Sec una proposta per confrontarsi con i vertici della società di Cupertino con la speranza di ottenere una dichiarazione di impegno pubblica di Apple sul rispetto della liberà di espressione e di manifestazione.Inutile dire che tutto ciò rischia di danneggiare il rating di Apple in materia sociale, ambientale e di governance, e di conseguenza influenzare anche il valore dei titoli.

Per saperne di più non ci resta che aspettare fine febbraio, quando si svolgerà l’assemblea annuale degli azionisti.

Articolo a cura di Emanuele Barigelli

Intervista ad Andrea Maria Cosentino: Entrepreneurial Fintechologist

L’intervista della rubrica “VGen Interview” di oggi è con lo special guest Andrea Maria Cosentino, Sales & Business Development in Bloomberg LP, ma è anche docente e mentore in General Assembly e opera in altre tre imprese specializzate in fintech e startup.

Guida al trading online | Part 5: opzioni e certificates

Con questa rubrica di più articoli, a cura di Davide Serafini — studente di Economia e Finanza all’Università di Modena e Reggio Emilia e trader part time in opzioni con interesse per il trading quantitativo e sistematico —  affronteremo passo per passo il mondo del trading online, sfatandone alcuni miti ma allo stesso tempo dando una panoramica interessante da un punto di vista generale.

Intervista a Nicola lotti, Co-founder e CTO di Caligoo

Qualche giorno fa abbiamo avuto l’occasione di intervistare Nicola Lotti, Co-founder e CTO di Caligoo.
Il progetto che illustreremo ha le radici in Italia, più precisamente in provincia di Reggio Emilia, ma nasce, cresce e si sviluppa a Bend nello Stato dell’Oregon (USA).