Si chiama Allianz Matrix il nuovo assistente virtuale sviluppato dalla scaleup italiana iGenius per la compagnia assicurativa tedesca Allianz, questo è capace di elaborare informazioni e fornire risposte in linguaggio naturale alle domande poste dagli utenti.

La peculiarità di Allianz Matrix

Il nuovo Virtual Advisor, oltre ad essere un supporto per gli utenti, può essere visto come un collega in più per la rete di agenti professionisti. Un collega in grado di elaborare, in tempi rapidissimi, un’importante mole di dati che garantisce agli agenti un supporto efficace fornendo, in modo fluido, dati per la gestione quotidiana quali andamento degli incassi, performance di determinati prodotti e la profilazione della clientela.

iGenius, la scaleup dietro Allianz Matrix

iGenius è la scaleup made in Italy, fondata da Uljan Sharka, che con Crystal, l’AI advisor per la business intelligence applicata al marketing, ha permesso la collaborazione con Allianz. Crystal è capace di interfacciarsi con qualunque fonte di dati in tempo reale, interpretare le informazioni contenute negli stessi e renderle disponibili nel linguaggio naturale.

La partnership Allianz-iGenius

Agostino Ferrara, COO di Allianz S.p.A., definisce la partnership Allianz-iGenius come un “esempio vincente di open innovation” sottolineando come iGenius sia un’azienda italiana giovane capace di innovare il business e l’operatività commerciale.

Uljan Sharka, Ceo di iGenius, si dice entusiasta della collaborazione con Allianz, gruppo leader in campo assicurativo e finanziario e aggiunge: “Per la prima volta le organizzazioni possono abilitare qualsiasi ruolo a prendere decisioni basate sui dati in tempo reale, e non limitandosi a soluzioni tecniche accessibili solo ad una minima percentuale della workforce. Il nostro Virtual Advisor è in grado di accedere a dati complessi e disaggregati e di elaborarli rapidamente fornendo suggerimenti e notifiche proattive in fornendo suggerimenti e notifiche proattive in linguaggio naturale per aumentare l’efficienza delle decisioni e guidare strategie di business data-driven”.

– articolo a cura di Luigi Giordano.