Al giorno d’oggi stiamo vivendo una fortissima rivoluzione digital; questa rivoluzione si concentra soprattutto in ambiti quali l’intelligenza artificiale, la virtual reality, la realtà aumentata e l’uso dei data.

Interessante è come questa rivoluzione digital stia riguardando il settore del Luxury in ogni suo aspetto.

Riguardo la virtual reality e realtà aumentata, ad esempio, la maison orologiera Jaeger Le Coultre propone l’app “On your wrist” che consente al cliente di proiettare sul proprio polso i vari modelli di orologio, scegliendo quale acquistare provandoli solo virtualmente.

 

Nel settore immobiliare di lusso, invece, vengono utilizzate la realtà virtuale e l’intelligenza artificiale per permettere ai clienti di visionare gli immobili in tre dimensioni indossando dei particolari occhiali, senza doversi recare fisicamente sul posto, ma potendo comunque visitare l’immobile come se ci si trovasse realmente lì, analizzando anche i più piccoli dettagli. Si tratta di un’innovazione promossa dalla casa d’aste Sotheby’s, attraverso l’utilizzo degli ultimi ritrovati tecnologici Samsung.

Questa innovazione ha portato numerosi vantaggi: in primo luogo, i clienti possono visitare più immobili nello stesso giorno, senza perdere tempo a spostarsi da una parte all’altra della città, evitando il traffico. In secondo luogo, ciò permette anche di visitare immobili che si trovano dall’altra parte del mondo senza doversi spostare fisicamente. In terzo luogo, il potenziale cliente vive un’esperienza unica nel suo genere.

Si tratta naturalmente di una tecnologia utilizzata esclusivamente per gli immobili di extra lusso: riprodurre l’abitazione utilizzando la realtà virtuale, infatti, prevede costi molto alti.

 

Grandi innovazioni anche per quanto riguarda la navigazione di lusso.

All’ultimo CES di Las Vegas, infatti, è stato presentato un concept di yacht super lussuoso e soprattutto super tecnologico: Adonis.
Lo yacht è lungo 23 metri e costerà 5 milioni di Euro.

Questo yacht, ideato da Furrion e costruito dall’azienda Numarine, è dotato di tecnologie di ultima generazione; in particolare è accessoriato con un sistema d’intelligenza artificiale chiamato Angel.
Si tratta di un assistente vocale di bordo che si attiva con un comando simile a quelli utilizzati per gli assistenti virtuali più conosciuti e che si occupa di fornire ogni tipo di informazione e gestire importanti funzioni della barca (meteo, navigazione, climatizzazione, illuminazione, sistema di diffusione della musica e perfino il controllo degli elettrodomestici della cucina).

Angel prevede un sistema di riconoscimento facciale, che gli permette di capire chi lo sta chiamando e quindi di adattare le proprie risposte in base alle preferenze del singolo utente, suggerendo attività, destinazioni, luoghi da visitare, ristoranti, abiti e playlist musicali.
Angel è collegato online, ma può funzionare anche in mare aperto grazie a una rete interna creata appositamente.

Il Numarine Adonis è accessoriato anche con una serie di specchi touch interattivi che permettono, con un solo tocco, di accedere al sistema di navigazione e a tutte le informazioni di cui si ha bisogno (anche facendo ricerche sul Web).
Angel si occupa anche della sicurezza dello yacht e dei suoi passeggeri attraverso il controllo delle telecamere di bordo e con un drone che monitora i dintorni della barca registrando filmati o scattando fotografie all’esterno. In questo modo l’assistente virtuale può dare indicazioni sugli interventi di manutenzione necessari o dare avviso di probabili ostacoli durante la navigazione.

L’IA quindi sta rivoluzionando e continuerà a rivoluzionare la nostra vita da ogni punto di vista e in ogni ambito e settore.

Articolo di Sara Trombetta