STEP: quando il customer-focus detta l’innovazione

Trasformazione, efficienza, controllo capillare e customer-obsession. Ecco le fondamenta della strategia di Step, azienda italiana B2B specializzata in soluzioni omnichannel per il mondo retail, con un focus negli ambiti bancario e assicurativo. Step realizza processi di supply (approvvigionamento e logistica), progetti di In-Store (censimenti, allestimenti, autorizzazioni e imposte) e sviluppo di E-Shop dedicati alle community aziendali.

La Società Tipografica Editoriale Costa – Step, fondata nel 1854, non ha mai perso un’occasione per innovarsi anticipando le sfide poste dal mercato. L’inizio della trasformazione digitale non ha sorpreso il CEO Fabrizio Crespi Morbio che, nel 1993, fece il primo passo avanti con investimenti ed un nuovo stabilimento a Piacenza: un’unica struttura moderna concentra uffici e produzione per gestire in modo efficiente le produzioni su commessa. Già allora emergeva il cuore di una strategia vincente: efficienza per la soddisfazione del cliente. Oggi dall’hub logistico e produttivo di 38mila mq partono 900mila spedizioni annue.

Con l’aumentare delle sfide poste dal digitale, il ritmo della trasformazione interna è andato crescendo. Oggi il sistema è totalmente innovativo e grazie alla tecnologia della piattaforma proprietaria e-Step, studiata come unico touch point per gli utenti e come garanzia di controllo costante e capillare su tutto il network di banche, agenzie e punti vendita serviti. Cuore pulsante dell’offerta, e-Step, garantisce semplificazione, controllo ed ottimizzazione continua tramite cataloghi, online operations per la gestione di workflow, budget e stock, service management e data analysis accessibili direttamente alle aziende clienti. Step offre così un’unica soluzione per permettere alle direzioni centrali di avere sotto controllo i costi dei loro uffici e, allo stesso tempo, gestire indipendentemente le loro risorse.

L’adozione del modello Step agevola l’innovazione in svariati ambiti aziendali, offrendo soluzioni ma soprattutto anticipando le necessità: l’offerta include un e-commerce personalizzato per Community in ambito assicurativo, servizi in-store per controllare l’allineamento comunicativo di uffici e punti vendita, modelli di circular economy e di efficientamento dei processi supply chain. Il tutto reso semplice grazie alla piattaforma trasversale. Recentemente, l’acquisizione di Studioform e Studio Costa, specializzate rispettivamente in system integration e calcolo imposte locali, e la partnership con Euronovate, leader nei servizi digital signature, ha introdotto Step in nuovi mercati e ampliato l’offerta per clienti nuovi ed acquisiti.

Con 40.000 punti retail serviti, 68 milioni di ricavi l’anno e ad un passo dalla quotazione in borsa, Step non teme la disruption del fintech. Le regole del gioco sono cambiate – dice il CEO Crespi in un’intervista a Business Insider Italia – ma Step si propone come partner delle banche tradizionali che si devono concentrare sempre di più sull’offerta di servizi a maggior valore aggiunto. Inoltre, l’ingresso in società dell’Head of Digital Hub Nicolò Romani è un segno della prossima innovazione, per cui sono stati stanziati 3,5 millioni e 10 milioni per le nuove operazioni M&A. Con esperienza pluriennale nel campo della digital transformation internazionale, le sue responsabilità sono l’innovazione e l’acquisizione di startup Fintech e Insurtech.

Made e cresciuta in Italy, da “vecchia tipografia” a leader in supply chain management ed efficientamento, Step non ha più il volto del 1854, ma ne ha mantenuto il carattere. Un’azienda pronta ad accogliere la dinamicità del business come un’opportunità di rinnovamento ed innovazione, con un unico driver: la soddisfazione del cliente.

 

Articolo a cura di Francesca Mus

Scopri le Challenge

Dal Blog